Provincia di Siena►: una vasta raccolta di itinerari per le tue vacanze offerte dai nostri operatori turistici. Siti archeologici, natura, musei, borghi, monumenti, Hotel, Bed and Breakfast, Ristoranti, Agriturismi, Tipicità e tanto altro.

Storia Provincia di Siena

Per Siena passava l'itinerario aperto l dai longobardi verso Roma - meta dei pellegrini - e i ducati longobardi meridionali. La Cassia antica, transitando per Arezzo, era infatti troppo vicina ai domini bizantini, e perciò l'arteria venne spostata più a levante, determinando la grande fortuna della Siena medievale che può veramente definirsi "figlia della strada".
** La Via Francigena **
Già importante sotto la dominazione longobarda e soprattutto quella franca, da cui prende il nome, la Via Francigena ha rappresentato, nel corso Cartello indicato- del medioevo, uno dei principali assi di comunicazione atre del'a Via traverso l'Europa, lungo la quale si muovevano eserciti, pellegrini e mercanti con il loro carico di merci, fede e nuove idee. Dai paesi dell'Europa centrale scavalcava le Alpi e, attraverso Pavia e Lucca, raggiungeva Siena per poi proseguire fino a Roma. Nel tratto toscano, e in particolare senese, la Francigena ripercorreva il tracciato della Via Cassia, anche se si strutturava più come "territorio-strada" che come un unico percorso: l'arteria, con i suoi diverticoli e, tutt'attorno, villaggi, borghi, mercatali, pievi, abbazie, valichi e altri riferimenti geografici o morfologici, costituiva un elemento cruciale degli assetti insediativi. Percorrere oggi le antiche vie dei pellegrini suscita emozioni legate, prima di tutto, alla visita dei tanti edifici romanici, spesso di altissima qualità formale, che si distribuiscono lungo il percorso. Ma le suggestioni non si esauriscono in questo. Per i viandanti del medioevo il viaggio, con tutti i suoi pericoli, le paure e le insidie, era una metafora della vita stessa, indirizzata verso una meta "sacra". Lungo i faticosi tracciati, tutto lo spazio subiva una sorta di sacralizzazione, marcata da segni "straordinari", che il viaggiatore d'oggi può cogliere nei soggetti rappresentati in tante opere d'arte. Come, per esempio, negli straordinari apparati scultorei delle chiese, veri e propri "libri di pietra" ideati per ammonire i viandanti.
** Mercanti e banchieri **
La città viveva soprattutto di commercio (stoffe, zafferano prodotto nel Senese, vini, cera, spezie) e dell'attività delle compagnie mercantili e finanziarie, condotte a partire dall'inizio del '200 dai Piccolomini, dai Malavolti, dai Buonsignori (banchieri della Curia apostolica), dai ricchissimi Chigi, solo per citare le famiglie maggiori. Siena godeva del grande vantaggio di essere la città bancaria più vicina a Roma. Fra il 1280 e il 1355 - l'epoca meno instabile della turbolenta storia della repubblica - il potere fu controllato dall'Arte della lana e dai banchieri. Le basi della ricchezza di Firenze e Siena erano dunque le stesse, come pure lo sforzo di espandersi a spese dei Comuni minori e di ciò che sopravviveva del potere feudale. Nell'inevitabile scontro, durato oltre 400 anni, Siena non poteva prevalere: la città rivale era favorita dalla posizione geografica all'incrocio delle principali direttrici della regione, dal controllo dei passi appenninici, dalla demografia, dalla ricchezza agricola precocemente passata sotto il controllo dei cittadini. Lo Stato senese si ingrandì a spese di Volterra e dei grandi feudatari del sud della Toscana, ma contro Firenze fini alla lunga per soccombere. Siena si arrende nel 1555 a Carlo V e viene annessa al granducato di Toscana nel 1559, ma formalmente conserva le istituzioni repubblicane fino all'epoca delle riforme. A guardia della città i Medici fanno edificare una grande fortezza, sulle fondamenta di quella spagnola demolita in due o tre giorni dalla popolazione senese pochi anni prima. Nei due secoli successivi, la crisi economica e demografica è profonda. Sopravvivono alcune istituzioni come l'università, che attira studenti dal nord dell'Europa; altre nascono, come il Monte dei Pacchi di Siena e qualche biblioteca e accademia. Ma solo con il granduca Pietro Leopoldo (che abolisce confraternite e conventi, smilitarizza la Fortezza, modernizza l'amministrazione comunale) e con la trasformazione dei conventi in "pubblici stabilimenti" - cioè in servizi civici - attuata dal governo francese nel primo decennio dell'ottocento, si avvia la ripresa.
** La conduzione mezzadrile **
Ciò che in ogni caso non viene mai meno è il profondo legame ira la città e il suo contado. Alle ben definite caratteristiche ambientali delle colline plioceniche argillose della Toscana interna si sovrappongono una struttura e un paesaggio agrario che presentano condizioni di ibridazione ira il podere a coltura promiscua, concesso in mezzadria o in affitto, e il latifondo che già annuncia elementi in comune con quello vicino maremmano. Per molti aspetti, infatti, la struttura I agraria prevalente è stata, fino a un'epoca recente. quella della colonia parziaria appoderata: ossia, piccole aziende a conduzione mezzadrile, case rurali poste sulla sommità dei dossi quasi a guardia di uno spazio agrario ben delimitato, colture promiscue con prevalenza di seminativi (soprattutto grano), vigneti e oliveti. Le terre senesi sono state - e in certa misura lo sono tuttora - un'area caratterizzata da appezzamenti spogli, a coltura cerealicola un tempo avvicendata col maggese e con la pastura, dove sui vasti incolti è a lungo perdurata la pratica assai diffusa dell'alimentazione del bestiame al pascolo.
** Il paesaggio agrario **
Il paesaggio agrario la rottura degli equilibri a lungo mantenuti grazie a una paziente opera di modellamento del paesaggio agrario inizia a partire dal secondo dopoguerra e si accentua nel corso degli anni '60 del Novecento, con la definitiva abolizione dei con- tratti mezzadrili. Questi prevedevano la divisione della produzione tra il proprietario (che si accollava gli oneri di gestione) e il locatario del fondo rustico (il mezzadro, appunto) che si occupava di tutti gli aspetti della conduzione. Si trattava di un contratto assai diffuso in tutte le aree collinari tosco- umbro-marchigiane. Iì quale, se da un lato non incentivava il mezzadro a grossi interventi di miglioria dei fondi, dall'altro ha certo consentito il permanere di forme di paesaggio che oggi, in un ben diverso contesto sociale e culturale, rappresentano il vanto di quelle stesse regioni, che sembravano fino a pochi decenni or sono condannate al più assoluto immobilismo agricolo. Un ulteriore elemento di caratterizzazione del paesaggio agrario è dato dalla presenza di ben definiti modelli di abitazioni rurali, sostanzialmente riconducibili alla tipologia della casa a pianta quadrata con tetto a padiglione, dove la parte abitativa era sovrapposta al rustico, tra loro collegati da una scala esterna.
** Valori e Sapori **
Questo processo di riconoscimento dei propri segni e simboli identitari passa anche attraverso la valorizzazione di una cucina semplice ed essenziale, gustosa e di sostanza, ingegnosa nell'utilizzo degli ingredienti e sempre ispirata al senso della misura. Dopo aver subito l'influenza di etruschi e romani, nel medioevo si è arricchita di preziose spezie che hanno trovato la loro sublimazione nel panforte e nei ricciarelli, dolci senesi per eccellenza. La cucina senese è apprezzata anche per i sapori intensi regalati dalle erbe aromatiche e per la cura con la quale i piatti sono cucinati: basti pensare al bollire lento dei fagioli e dei legumi, che esalta in modo particolare il loro sapore. Da sempre si è distinta per l'alta qualità dei suoi ingredienti, dall'olio extravergine di oliva - elemento essenziale della tavola senese - alla chianina, pregiata razza bovina di cui è particolarmente saporita la bistecca. Negli ultimi anni è stata poi valorizzata la carne particolarmente saporita della cinta senese, un tempo molto diffusa sui colli del Chianti e sulla Montagnola. Una civiltà del mangiare, dunque, che ha radici antiche. Furono i senesi a portare a bordo delle galere di Federico I1 la carne "serbata" per rifornire la cambusa: carne magra di suino trattata con molto pepe e aglio e fatta affumicare. Senesi erano alcuni cuochi scelti da Caterina de' Medici per cucinare alla corte di Francia, quando andò sposa al futuro re Enrico d'Orlèans. Un viaggio in questi territori rappresenta dunque l'occasione per intraprendere un percorso multisensoriale, dove sono il bello e il buono a guidare sentimenti ed emozioni nell'esplorazione di una terra antica e al tempo stesso attualissima. Duccio, i Lorenzetti e Simone Martini hanno mirabilmente distillato nella loro arte i valori della gente e dei luoghi, che si condensano nei vini e nei cibi, nelle ricette e nei prodotti tipici che ogni località propone con legittimo orgoglio. Nel silenzio profondo della sua splendida campagna, fra le colline fresche di ombra o aspre di crete, Siena e le sue terre offrono uno scenario dolce e sereno, che induce alla meditazione e alla scoperta degli infiniti e mutevoli panorami con i suoi sapori unici.

Turismo Provincia Ancona Provincia Ancona Turismo Provincia Pesaro Urbino Provincia Pesaro U. Turismo Provincia Macerata Provincia Macerata Turismo Provincia Fermo Provincia Fermo Turismo Provincia Ascoli Piceno Provincia Ascoli P. Turismo Provincia Teramo Provincia Teramo Turismo Provincia Taranto Provincia Taranto Turismo Provincia Lecce Provincia Lecce

Hotel,Agriturismi,Bed and Breakfast, Ristoranti,Pizzerie nela Provincia di Siena

Ricerca la struttura turistica più idonea alle tue vacanze.

Abbigliamento e Accessori in provincia di Siena Tot: (1)   Affittacamere in provincia di Siena Tot: (1)   Agriturismi in provincia di Siena Tot: (55)   Aziende Agricole in provincia di Siena Tot: (5)   Bed and Breakfast in provincia di Siena Tot: (7)   Cantine Storiche in provincia di Siena Tot: (1)   Casa Per Ferie in provincia di Siena Tot: (2)   Enoteche in provincia di Siena Tot: (3)   Hotel in provincia di Siena Tot: (19)   Pizzerie in provincia di Siena Tot: (1)   Prodotti Tipici in provincia di Siena Tot: (4)   Ristoranti in provincia di Siena Tot: (22)  

Ricerca la categoria più idonea alle tue vacanze.

Abbigliamento e Accessori Chianciano Terme Tot: (1)   Affittacamere San Gimignano Tot: (1)   Agriturismi Asciano Tot: (2)   Agriturismi Buonconvento Tot: (1)   Agriturismi Casole d'Elsa Tot: (1)   Agriturismi Castellina in Chianti Tot: (3)   Agriturismi Colle di Val d'Elsa Tot: (2)   Agriturismi Montalcino Tot: (4)   Agriturismi Montepulciano Tot: (11)   Agriturismi Monteriggioni Tot: (1)   Agriturismi Piancastagnaio Tot: (1)   Agriturismi Pienza Tot: (6)   Agriturismi Poggibonsi Tot: (1)   Agriturismi Radda in Chianti Tot: (1)   Agriturismi Radicofani Tot: (2)   Agriturismi Radicondoli Tot: (1)   Agriturismi San Gimignano Tot: (2)   Agriturismi San Giovanni d'Asso Tot: (1)   Agriturismi San Quirico d'Orcia Tot: (2)   Agriturismi Sarteano Tot: (2)   Agriturismi Siena Tot: (3)   Agriturismi Sovicille Tot: (1)   Agriturismi Trequanda Tot: (1)   Aziende Agricole Montalcino Tot: (2)   Aziende Agricole Siena Tot: (1)   Aziende Agricole Trequanda Tot: (1)   Bed and Breakfast Chiusi Tot: (1)   Bed and Breakfast Montepulciano Tot: (1)   Bed and Breakfast Pienza Tot: (1)   Bed and Breakfast Sarteano Tot: (1)   Bed and Breakfast Siena Tot: (2)   Cantine Storiche Montepulciano Tot: (1)   Casa Per Ferie Castellina in Chianti Tot: (1)   Casa Per Ferie Siena Tot: (1)   Enoteche Chianciano Terme Tot: (1)   Enoteche Colle di Val d'Elsa Tot: (1)   Enoteche Montepulciano Tot: (1)   Hotel Castiglione d'Orcia Tot: (2)   Hotel Chianciano Terme Tot: (11)   Hotel Montalcino Tot: (2)   Hotel Siena Tot: (1)   Prodotti Tipici Monteriggioni Tot: (1)   Prodotti Tipici Monteroni d'Arbia Tot: (1)   Prodotti Tipici Pienza Tot: (1)   Prodotti Tipici San Quirico d'Orcia Tot: (1)   Ristoranti Abbadia San Salvatore Tot: (1)   Ristoranti Asciano Tot: (1)   Ristoranti Chiusi Tot: (1)   Ristoranti Gaiole in Chianti Tot: (1)   Ristoranti Montalcino Tot: (4)   Ristoranti Monteroni d'Arbia Tot: (1)   Ristoranti Pienza Tot: (1)   Ristoranti Poggibonsi Tot: (2)   Ristoranti Radicofani Tot: (1)   Ristoranti San Gimignano Tot: (3)   Ristoranti San Quirico d'Orcia Tot: (1)   Ristoranti Siena Tot: (3)   Ristoranti Torrita di Siena Tot: (1)